Si, è proprio così, un sito senza link è un sito morto, mi spiace dovertelo dire ma è la pura verità, puoi avere i contenuti migliori al mondo, tesi da premio nobel, scoperte scientifiche che potrebbero rivoluzionare il modo di pensare odierno ma senza neanche un fottutissimo link è come se non esistessi, come se non fossi mai nato, il nulla che dilaga.

Ora immagina di vedere i link come il filo del telefono (ok, questo fa un po’ anni 80 😛 ma rende più semplice il concetto), se vuoi telefonare ad un tuo amico questo filo deve essere connesso alla centrale altrimenti non funzionerà, stessa cosa se vuoi farti trovare da questo tuo amico, quindi puoi ben capire l’importanza di essere connesso per poter comunicare, dialogare, interagire, questo è un concetto molto semplificato per spiegare perché i link siano così importanti, senza questi non potresti trovare tutte quelle belle risorse utili per il tuo hobby preferito, per le tue passioni o per il tuo lavoro 😉 e viceversa, senza, gli altri non potrebbero trovare le tue risorse, belle o brutte che siano.

Ovviamente i link sono molto differenti da un semplice cavo telefonico, col telefono basta che ti connetti alla presa che hai in casa che sarà connessa alla centrale e comunichi con tutto il mondo, e il mondo potrà comunicare con te (non contemporaneamente se no sai che casino 😀 ), se ovviamente avrai inserito il tuo numero di telefono su un elenco telefonico (più o meno quello che avviene su un motore di ricerca), con i link questo processo dobbiamo considerarlo come un modello in 3D, ovvero non basta semplicemente collegarsi alla centrale e baam, ecco le visite che arrivano a frotte, magari fosse così, i link sono un insieme di fili telefonici che devono essere collegati a tutte quelle persone con cui vuoi comunicare, più fili connetterai e più persone raggiungerai, niente di più e niente di meno.

Bene ma come faccio allora a connettere tanti fili (link)?

Per connettere tanti fili, quindi creare tanti collegamenti al tuo sito, link, devi cominciare a pensare con la testa di chi vuoi raggiungere, se pensi come il tuo interlocutore sai come interagire con lui.

Poniti questa domanda, se io stessi cercando quello che ho da offrire, come lo cercherei?

All’inizio è molto facile rispondersi grazie alla poca esperienza ma man mano che si acquisisce dimestichezza con la SEO diventa più difficile perché si installano degli automatismi da SEO che una persona normale non ha, per questo è molto utile farsi aiutare da uno che non ne sa mezza di posizionamento sui motori di ricerca, e se non è neanche molto esperto di computer ancora meglio :-), prendiamo per esempio il nonno, comincia a fargli domande come questa: “Metti caso che tu abbia bisogno di questa cosa, come la cercheresti?”

Ascolta ciò che ti dice ed eventualmente approfondisci il suo metodo con altre domande (per questo eventualmente ti può venire in aiuto il metamodello della PNL), fai la stessa procedura con altre persone, amici parenti ecc.

Ora hai già un’idea di quali canali poter utilizzare per poterti connettere con le persone che potrebbero essere interessate a quello che hai da offrire.

Vedi se in questi canali c’è il tuo target di riferimento e usali, creati un account, (se puoi inserirci anche il link al tuo sito ancora meglio) e comincia a dialogare (e non spammare).

Guarda anche le SERP di tuo interesse come si comporta la concorrenza, vedi cosa ha fatto per essere li, vedi se usano anche canali che ancora non stai utilizzando (social, forum, blog a tema, ecc), imitali ma non copiarli (se loro vanno nel fosso non li devi seguire a ruota :-)) e fai meglio di loro facendo cose che non hanno ancora fatto, copiare non porta da nessuna parte, imitare non vuol dire copiare, se il tuo competitor ha un link in centinai di directory non vuol dire che quella sia la strategia migliore per raggiungere l’obbiettivo (conosci il tuo di obbiettivo? Si? Bene, allora continua a leggere); le possibilità per ora sono ancora infinite, quante serp vedo che sono poco competitive e facilmente scalabili, quanti business 🙂 avessi il tempo necessario sarei milionario :-).

E queste strategie di link building di cui avevi parlato nel titolo dove sono?

Aaahhhh, ma allora non ci siamo capiti, secondo te di cosa ho parlato fin’ora, di caramelle?

Che volevi che ti dicessi, inserisci il tuo sito in queste n directory che passano pagerank? Spamma un po’ in qualche blog a tema rispondendo nei commenti? Inserisci il link al tuo sito in qualche forum a tema e crea discussioni? Crea articoli utili agli utenti da poter inserire in qualche sito di article marketing (ogni sito un articolo differente ovviamente)? Fare guest posting su siti a tema?

E invece no, non ti dirò nulla di tutto questo, forse ne parlerò più avanti ma non è l’obbiettivo di questo articolo, quello che invece voglio far passare è un’altra strategia di link building, ovvero togliti dalla testa quella cazzo di fantasia erotica di spammare a destra e manca il tuo sito per ottenere migliaia di link per alimentare il tuo ego ed inizia a pensare invece ad aumentare le connessioni con le persone, interagire come se fosse la vita reale allora potrai realizzare la migliore link building del mondo inattaccabile da qualsiasi algoritmo penalizzante di google come Panda e Penguin, pensa con la tua testa e sii creativo cazzo 🙂

Last edit:

There are no comments yet, why not be the first

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi formattare meglio il testo con questi tag HTML

Pre Code Bold Italico Link Quote